Archivo | marzo, 2012

Jornadas Especiales en la jurisdicciòn consular Milàn (Italia)

23 Mar


MUD Milán
Mesa de la Unidad Democrática de Venezuela
Milán – Italia
REALIZACIÓN DE DOS JORNADAS ESPECIAL DE INSCRIPCION EN EL REP DEL CONSULADO DE MILAN (ITALIA)

Estimados compatriotas,
Les agradecemos nos ayuden a multiplicar esta información transmitiéndola a sus familiares, amigos y/o conocidos en Italia.
___________

“Jornadas Especiales” de inscripción en el Registro Electoral de Milán
VIERNES 30 de marzo y VIERNES 13 de abril

HORARIO: 9:00 – 13:00 y 14:00 -17:00

Lugar de inscripción: Sección Consular de la Embajada de la República Bolivariana de Venezuela en Milán: Corso Europa , 5 Milán

Requisitos y documentaciòn necesarias para la inscripción:

1.- Planilla del CNE que pueden descargar en la pagina del Consulado.
2.- Original de la Cédula de Identidad laminada (vigente o vencida)
3.- Original del pasaporte venezolano (vigente)
4.- Original del “permesso di soggiorno” o pasaporte italiano (vigente)
5.- Fotocopia de todos estos documentos. Del pasaporte vzlano las tres primeras páginas.

Les recordamos que para votar en las elecciones del 7 de octubre, debes estar inscrito en el Registro Electoral antes del 15 de Abril de 2012. El CNE fijó esta fecha como plazo límite, para el cierre del listado que será utilizado en las presidenciales del próximo 7 de octubre.

Si deseas hacer alguna consulta o denuncia, puedes contactarnos a través de la siguiente dirección electrónica: cepexmilan@gmail.com o por medio de la página Facebook VenexenItalia Venex
¡Haremos todo lo posible para brindarte la ayuda necesaria!
MUD-MILAN
cell. 3331224200
e-mail: bricenoaui@gmail.comcepexmilan@gmail.com
Atentamente, Por la MUD Milàn
Dra. Blanca Briceno Coordinadora Ejecutiva MUD Milàn

En Turìn a los 22 días de marzo de 2012

Desde Italia, campa#a electoral fuera de lugar y contra la MUD;

7 Mar

Pedimos la atenciòn de todos!!!!!!!!!!!!
A continuaciòn posto un Comunicado publicado en este blog y en las redes sociales, con la esperanza que pueda rodar un poco de mundo.
Pido disculpas por NO traducirlo, sin embargo espero puedan entenderlo y sobre todo, darle difusiòn.
Gracias.
Seguimos orando por Venezuela
Dios ls bendiga
Blanca Briceno
<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<
COMUNICADO

Tema di polemiche forti questa mostra che sul dittatore del Venezuela, già rinunciatario nel 2002, viene finanziata dal Campidoglio.

Le prime domande che sorgono spontaneamente, conoscendo l’altissimo indice di corruzione del paese in questione è “cuànto hay para eso?” cioè quanti soldi sono stati erogati e a chi e con quali finalità.

La comunità venezuelana democratica, libertaria e nonviolenta in Italia, costituita in parte anche da cittadini con la doppia cittadinanza italo venezuelana si uniscono alla richiesta di questo interrogatorio da parte di Giulio Santagata al ministro Terzi.

Non è tema nascosto a coloro che volessero ascoltare le innumerevole denuncie che fanno capo al lemma pannelliano di “strage di legalità, strage di popoli” di cui esponenti venezuelani militanti nelle file della galassia radicale denunciano da anni.

http://roma.repubblica.it/cronaca/2012/03/02/news/venezuela_chavez-30814735/

http://www.microtalk.it/2012/03/01/chavez/

Recentemente abbiamo pubblicato nella mailing list dei Radicali Piemonte la stessa notizia che esce nel Venezuela pubblicata dalla giornalista Berenice Goméz: e che vede la Santa Sede impegnata nelle preghiere per un dittatore che ha inalberato la campagna della morte nel sul slogan imposto ad obbligo anche nell’esercito“patria sucialismo MORTE” che a continuazione copiamo.

"Invitación
La Embajada de la República Bolivariana de Venezuela ante la Santa Sede, antela República de Italia y ante la FAO le invitan cordialmente a participar en laSanta Misa por la salud del Excelentísimo Señor Presidente Hugo Rafael ChávezFrías que se celebrará el miércoles 29 de febrero de 2012, a las 4:30 p.m. enla Basílica de San Lorenzo in Dámaso Piazza della Cancelleria, 1 – Roma Graciasde antemano por su participación"

E ancora di più vecchia data la preoccupazione sollevata da oppositori venezuelani residenti in Europa, tra cui Foro Siglo XXI (Italia), sul Comunicato emesso dall’ambasciata del Venezuela all’indomani delle Primarie (partecipazione superiore al 16% in Italia), e che abbiamo valutato come l’Italia potrebbe essere considerata un punto di partenza di una campagna internazionale del regime dal’Europa contro il candidato unico della Tavola dell’Unità Democratica Henrique Capriles Radonsky.

L’immediata risposta con la quale il Dr. Pedro Paul Bello, già ambasciatore del Venezuela in Italia girò in circoli ristretti, non trovando ancora, negli ambienti giornalistici, spazi di replica.

Ora questa goccia trabocca il vaso e si fa assolutamente inaccettabile.

Foro Siglo XXI (Italia), Gruppo di Avignon II, Grupo Aires Ven Inc. rappresentanti della resistenza venezuelana in Europa e in particolare in Italia esigono il diritto inalienabile di sapere cosa induce il Campidoglio a sostenere questa mostra, sostenendo indirettamente una campagna elettorale ancora non legalmente iniziata per il 7 ottobre 2012 e che vede, un disgoverno, con un grado d’impunità superiore al 92%, l’eccidio di più di 185 Milla persone durante il regime di colui a cui la mostra è dedicata.

Nella speranza che tale notizia possa sollevare anche la giusta indignazione di migliaia di italiani che si sono visti forzati a rientrare in patria perché hanno perso i cari, perché vittime di sequestro, perché la vita non è garantita, si sono visti confiscate le loro proprietà, perché si trovano incarcerati in condizioni obbrobriose nelle carceri venezuelane, in particolare a quello de Los Teques, etc.

L’ora della NOnpaura è già avviata anche per i venezuelani all’estero; alziamo le nostre voci esigendo l’attenzione della Comunità Internazionale al genocidio in atto nel nostro paese la cui Opposizione viene azzittita dall’assordante silenzio delle Istituzioni Internazionali.

Le nostre denuncie si trovano in decine di rivoli, onde non poter più affermare che nulla si sa di questa totale e permanente violazione ad ogni singolo diritto umano nel Venezuela.

Il paese ha diritto ad esistere e di conclamare la fine di una dittatura che lo sta portando all’estinzione come paese e come Repubblica, la situazione è ditale gravità che pone le basi per esigere una totale revisione di ciò che oggi si possa dire: un numero più grande di numeri parla e ha l’esercizio di un potere assoluto e totalitario.

Per Foro Siglo XXI (Italia)
Gruppo di Avignon II
Resistenza venezuelana in Europa
Gruppo Airesven Inc.
Blanca Briceno

Conferencia en Turìn en ocasiòn del mes de la Mujer; 2^ ediciòn

2 Mar

Querids compatriotas,
nos dà animo saber que muchos de nosotrs estamos dando la talla en el exterior, esto nos permite contribuir con nuestro granito de arena para desmontar el régimen y la imagen que ha querido esparcir de que somos ignorantes analfabetas sin atenciòn médica y que su dictatorial régimen castrò comunista ha dado respuestas a dichos problemas. Ls invito a sostener, inclusive con una oraciòn esta actividad.
Seguimos orando por Venezuela.
Un saludo cordial y Dios los bendiga
Blanca Briceno
<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<
Teattrro Regiinalld– Centtrro dii drramatterrapiia
Torino
Assocciiacciion Uniiverrssiittarriia IIntterramerriiccana
Caracas
presentano la 2^ edizione di
“Donna, disabile, socialmente attiva:
storie di vita”
Venerdì 2 marzo 2012
ore 18,00
c/o Casa Valdese
C.so Vittorio Emanuele II, 23 – Torino
Con la partecipazione straordinaria di
Urbano Stenta
estensore dell’articolo 6 della Convenzione ONU
sui diritti delle persone con disabilità.
Comunicato stampa
Donna e disabile: parla di sé
La lotta quotidiana di donne che non si arrendono ad una
emarginazione sociale aperta o anche dissimulata; la coscienza
dell’importanza di difendere i propri diritti, ma anche i diritti di
tutte le minoranze (la maggioranza è garantita!) da tutte le forme
di discriminazione; il coraggio di affrontare i propri stessi stereotipi
che portano alla rinuncia e alla rassegnazione ad una vita
dimezzata; l’evidenza di combattere due battaglie: una come
donna, l’altra come disabile.
Questi alcuni temi degli interventi che venerdì 2 marzo, alle ore
18, presso la casa valdese di c.so Vittorio 23, verranno esplicitati
da relatrici disabili, nella conferenza-evento “Donna, disabile,
socialmente attiva: storie di vita” organizzata dal Teatro Reginald-
AUI e che prevede inoltre una performance teatrale della
compagnia di disabili “Gruppo delle 10 Regole” e l’intervento di
Urbano Stenta, estensore dell’articolo 6 della Convenzione ONU
sui diritti delle persone con disabilità.Conducono Maria Grazia
Silvi Antonini e Blanca Briceno.
Ingresso a offerta libera.
Info: 333.74.58.504/www.reginald-aui.it
Con il patrocino di
Comune di Torino Progetto Motore di Ricerca, Circoscrizione 3,
Circoscrizione 8
in collaborazione con
Associazione AMuLETO, Stuzzicheria “Dar Gallo” di San
Salvario, Associazione Verba Manent, Blue Screen Film –
produzioni cinematografiche
Si ringraziano
Chiesa Valdese, Associazione Italiana Sclerosi Multipla,
Associazione Luca Coscioni, Associazione Amici di Leonardo
Sciascia, Idee per Torino, Associazione Radicale Adelaide Aglietta.
PROGRAMMA
Saluti della dott.ssa Consuelo Briceno Canelòn ex direttore
nazionale di Educazione Speciale del Venezuela.
Performance della Compagnia di disabili Gruppo delle 10 Regole
“ Poi vennero a prendere me”
Testi tratti da Berthold Brecht e Leonardo Sciascia.
(Ricerca artistica avviata a seguito della proposta “Idee per
Torino”).
“Difendo i tuoi diritti per difendere i miei” –
intervento di Valentina Manfredi, artista del “Gruppo delle 10
Regole”
“Mai con un compagno disabile!”
Intervento di Giovanna Croce, artista del “Gruppo delle 10
Regole”
“ Mobbing e credibilità in famiglia per una donna disabile”
Intervento di Paola Cirio, membro dell’Associazione Italiana
Sclerosi Multipla (AISM) e Associazione Luca Coscioni.
Proiezione della “Collezione di costumi teatrali per il “Gruppo
delle 10 Regole” disegnati da Roberta Boin con intervento di
Roberta Boin e Mirella Pasqual, presidente dell’Associazione
AMuLETO su “Lo stereotipo della madre infelice”.
“La doppia emarginazione della donna disabile”
Urbano Stenta illustra l’articolo 6 della Convenzione ONU sui
Diritti delle persone con disabilità.
Conclusioni a cura della pastora valdese Giovanna Pons e della
predicatrice Eugenia Ferreri.
DIBATTITO CON IL PUBBLICO
Moderatrici
Blanca Briceno, direttrice esecutiva della “Asociaciòn
Universitaria Interamericana” di Caracas (Venezuela) e
Maria Grazia Silvi Antonini, direttrice artistica del Teatro
Reginald-Centro di dramaterapia di Torino.
L’ingresso è a offerta libera
e con vendita di specialità alimentari
offerte dalla stuzzicheria “Dar Gallo” di San Salvario
(Via Silvio Pellico 2 Bis -Torino- Prossima apertura)
per la campagna di autofinanziamento
del “Gruppo delle 10 Regole”.
Informazioni
Teatro Reginald – AUI: Tel. 011710139; Cell. 333.74.58.504
http://www.reginald-aui.it http://www.dramaterapia.it